5.3 C
Mosca
15.10.2019
MOSKONEWS.COM Portale musicale MOSKONEWS MOSKONYUS MOSKONYUZ
CELEBRITÀ / STELLE DEL MONDO MODA / moda PERSONA / persona Viaggiare con un diplomatico Ingrid

La storia di successo di Kurulai Nurkadilova - designer, artista, stilista, proprietaria della casa Case KURALAI

Kurulai Nurkadilova

Kurulai Nurkadilova - designer, artista, stilista, proprietario della House of Houses KURALAI, nata come risultato di lavoro e perseveranza, talento e ricca immaginazione. Fu Kuralay a ricevere il diritto esclusivo di indossare gli atleti kazakhi alle Olimpiadi di Pechino (2008) e Londra (2012). I costumi degli alfieri sono stati premiati con il meglio delle nove Olimpiadi.
Ha sviluppato costumi per le due inaugurazioni del Presidente della Repubblica del Kazakistan, divise militari per il Ministero della Difesa, uniformi di volo AIRASTANA e costumi per l'Opera di Astana.

Kurulai Nurkadilova
Kurulai Nurkadilova

- Raccontaci un po 'di come hai iniziato a sviluppare come designer.
Kurulai Nurkadilova: La storia della mia formazione non era affatto semplice. In Kazakistan, il mio cognome è piuttosto famoso, poiché mio padre era la seconda persona nel paese. Era un grande politico, ma quando lasciò la famiglia, rimasi con mia madre e mi alzai da zero. Ma per molti anni tutti nel paese hanno pensato che ero diventato famoso grazie a mio padre.
Il talento non è stato considerato affatto. Dovevo dimostrare che stavo cercando qualcosa. Ora l'atteggiamento delle persone è completamente diverso. A differenza di altri designer, è stato molto più difficile per me farlo. All'inizio dello sviluppo del paese non c'erano tali designer. Ma il concetto di "designer kazako" non esisteva prima di me.

- Hai inserito questo termine?
Kurulai Nurkadilova: Sì, ho provato a farlo. Ha parlato a conferenze e riunioni. A tutti i livelli, che si potrebbe dire solo che i designer kazakhi possono esistere. Mi sono anche esibito all'estero. Il percorso, ovviamente, non è stato facile. Tutto ciò che ho guadagnato, ho investito in un PR - e non solo nella mia casa, ma anche nell'intera industria della moda del Kazakistan. Quando a un certo punto ho calcolato quanto ho investito in regali per le stelle, gli spettacoli, le esibizioni, le esibizioni - è venuto fuori per 8 000 000 dollari per 7 anni. Questo denaro è speso irrimediabilmente e rappresenta un bene immateriale del mio marchio.

- Hai detto che hai portato il tuo marchio in Francia. Per favore racconta questa storia.
Kurulai Nurkadilova: Ho avuto rappresentanti in Francia. Lavorarono simultaneamente in diverse case, rappresentando contemporaneamente diverse organizzazioni alla moda. Grazie al mio discreto prestigio in questi circoli, hanno parlato molto di me in quel momento, e la voce ha raggiunto la rivista RunWay. La rivista ha fatto un'eccezione per me tra tutti gli altri stilisti, mi ha invitato a una cena privata. Dopo aver parlato, lo staff della rivista ha voluto vedere la mia collezione.
Ero preoccupato perché in quel periodo ho portato la terza e la seconda linea esclusivamente per presentazioni commerciali in showroom e boutique, anche se molte volte mi ero presentato in tutto il mondo e conoscevo i miei punti di forza e le mie capacità, e il livello del mio lavoro ha sorpreso molti tecnologi russi e mondiali ma non si sa mai!
Eppure, questi sono i critici della moda, le persone che creano nomi mondiali! Quando ci siamo incontrati, ho realizzato che le mie paure erano vane: sono entrati nella sala e hanno visto tutto ciò che immaginavo e ne sono rimasti molto sorpresi. La cosa più sorprendente è che ero un designer del Kazakistan. Ho dato ai critici famosi alcune cose della mia collezione che gli sono piaciute particolarmente, e dopo hanno fotografato le stesse cose per la rivista VogueChina. Per qualche motivo mi aspettavo che le mie cose sarebbero state fotografate sugli europei, e sono rimasto molto sorpreso quando li ho visti su volti asiatici. Abbiamo discusso di ulteriore cooperazione e hanno affermato che il mio aspetto e la mia immagine sono diventati la base di tale decisione. L'unica condizione era che dovevo essere presente in Europa con i miei prodotti, perché se pubblico su una rivista, il consumatore mi cercherà in determinati showroom. Ma in quel momento si è scoperto che non potevo mettere la mia collezione da qualche parte in Europa a causa di difficoltà internazionali. In generale, naturalmente, ho lavorato abbastanza in tutto il mondo, esposto un sacco di collezioni e il mio livello è abbastanza apprezzato. Molte innovazioni sono state fatte nel lavorare con i tessuti, nel ricamo a livello della haute couture, che a volte ha sorpreso molto molti tecnici. Sono sempre stato in grado di presentare il livello della mia Fashion House in Russia come il miglior spettacolo della settimana della moda.

- Come ti sei preparato per gli spettacoli? Prescritto la sceneggiatura?
Kurulai Nurkadilova: Richiesto. Sai, quando guardo i display nelle sfilate dei designer di Gostiny Dvor, ho la sensazione che venga trasmesso lo stesso designer, anche se gli spettacoli vengono mostrati uno dopo l'altro ogni mezz'ora in stanze diverse. Molto raramente qualcuno si distingue. I miei spettacoli - è stato sempre l'intero spettacolo, l'intera produzione. Scriviamo musica per ogni spettacolo, organizziamo alcune decorazioni. Ad esempio, creando uno degli spettacoli, mi sono ispirato all'Apocalisse di Mel Gibson. C'era una scena in cui i rappresentanti della antica città Maya ha raggiunto un nuovo grande Maya, e videro seduta molto sottili donne esili con molto grandi acconciature in videdredov, intrecciati in un enorme e molto interessante acconciature avete applicato tatuaggi. Scegliendo di mostrare certe ragazze, siamo guidati da parametri chiari. Poi cercavamo lo stesso esile, lungo, in modo che potessero essere messi sulle scarpe sulla piattaforma, sulla testa per fare un'acconciatura alta di dreadlocks ... Abbiamo creato copricapi speciali che imitano i capelli, con molte pietre. Sul palco mettiamo statue antiche, ognuna delle quali costa almeno mezzo milione.
A Mosca, c'è stato un altro spettacolo - "La figlia del capitano". Lì, ovviamente, c'era un'immagine completamente diversa ... Una volta ero anche io a rifiutare le stelle per partecipare allo spettacolo, perché la loro immagine non andava bene. Doveva esserci l'immagine della figlia capricciosa del capitano, che va sul ponte, lanciando la tunica del padre, persino un berretto, e sotto di lei un piccolo vestito. Questa è l'immagine di una ragazza - fragile, tenera, che è uscita per crogiolarsi al sole. Abbiamo scelto di mostrare solo alcune stelle in modo selettivo e abbiamo chiuso lo spettacolo Lopyreva.

- È la tua modella preferita?
Kurulai Nurkadilova: Sì. Io e Victoria abbiamo sempre lavorato. Ci siamo incontrati a Mosca tramite il mio rappresentante - Artem Krivda. Ha creato la sua linea a Mosca. Le migliori Fashion Houses hanno ordinato spettacoli da lui, perché era incantevole. Con Victoria, abbiamo iniziato a fare amicizia, a comunicare ... lei spesso è volata in Kazakistan. Se ricordiamo uno dei nostri primi spettacoli, allora la nostra conoscenza è avvenuta come segue: mi hanno dato parametri approssimativi di altezza, dimensioni del torace, peso. La descrizione era senza una dimensione chiara, ma era necessario cucire un vestito per adattarlo. Ho realizzato 3 versioni diametralmente diverse del vestito, in modo che le piacesse davvero qualcosa. Quando Victoria ha misurato tutti e tre i vestiti e ha detto che tutto è bello, è stata persino confusa a provare, ha scelto un vestito con pietre Swarovsky.

- In preparazione per gli spettacoli scegli i tuoi modelli di archi? Prendi in considerazione i loro desideri?
Kurulai Nurkadilova: In Kazakhstan, questo processo era regolato più da Artem Krivda, perché aveva una visione completamente diversa da me. Univa le cose che vedevo una per una, che gli archi erano completamente cambiati. Ho portato le cose, ho mostrato come la modella dovrebbe vestirle, e lui poteva distinguere tutto in opzioni completamente diverse.

- Come ti sei sentito a riguardo?
Kurulai Nurkadilova: Non ho causato questa resistenza. Capisco cos'è la creatività e, prima di tutto, il risultato è sempre stato importante per me. Non voglio che l'ambizione cacci qualcosa che potrebbe creare successo. Mi fido di Artyom. L'unica cosa in cui ero allo sbattere e tremare era su FashionWeek. È venuto per fare il mio spettacolo, che era l'ultimo. Ha fatto tutto a modo suo: mi ha spinto al giorno 2 dal lavoro nello show. Avevo paura che il nostro pubblico non mi capisse. Ma quello spettacolo ha causato così tanto buon feedback dopo ...

- Che aspetto ha la settimana della moda di Almaty?
Kurulai Nurkadilova: Non parlo da molti anni a causa dell'elevato numero di ordini. A volte discutiamo con il team se avremo tempo per completare un'altra raccolta tra gli ordini. Oltre agli ordini, realizziamo molte collezioni commerciali. Le impressioni sono un ottimo sito di pubbliche relazioni per i designer. Ma a volte è stato più facile per me realizzare il mio spettacolo separato piuttosto che partecipare in generale.

- Intendi i tuoi spettacoli individuali?
Kurulai Nurkadilova: Sì. Sono aperto alle persone. Le settimane dell'umore si verificano più spesso per una cerchia ristretta di persone e raramente chiunque può arrivarci, almeno prima. Abbiamo recentemente iniziato a vendere biglietti, ma la gente ha ancora paura di andarci, temendo che non siano alla moda. Non è abbastanza per venire allo spettacolo, è necessario vestirsi in modo appropriato. Pertanto, faccio spettacoli che sono disponibili per le persone da tre o quattro rami. Uno degli spettacoli, che ho organizzato per strada, ha mostrato quanto ero amato e rispettato. Se fosse la settimana della moda, le persone viziate dagli eventi si sarebbero separate, perché era iniziato un temporale. Sebbene nessuno sappia quanto ho dovuto sopportare per quello spettacolo! Ma dal momento che c'erano grati fan del mio marchio, nonostante un acquazzone, sono rimasti fino alla fine.

- Come si sviluppa l'industria della moda in Kazakistan a livello statale?
Kurulai Nurkadilova: L'Istituto scientifico dell'industria leggera è stato creato presso l'Istituto di design e tecnologia nella città di Astana più vicino al governo. Ho conseguito un master lì, ho scritto un memorandum sulla necessità di promuovere ulteriormente il tema dell'industria del Kazakistan. Ora in Kazakistan ci sono molti programmi che ho sviluppato. Compreso, ho sviluppato una nuova uniforme militare per il mio paese, che considero un grande risultato e sono grato al governo per tale fiducia.

- So che in Kazakistan c'è un talentuoso giovane pattinatore Gulzhan, un fan del tuo marchio, che insieme a sua madre ti ha affascinato. Perché hai deciso di supportarlo e interagire?
Kurulai Nurkadilova: È una campionessa del Kazakistan, offre buone speranze e ora è molto apprezzata a Mosca. Le ho scritto io stesso, perché sviluppare me stesso all'inizio è prendere tutti i costi per te stesso. Cucire i costumi, comprare i pattini, vivere a Mosca è tutto denaro. Gulzhan si è rivolto al nostro governo per aiutarla e l'ho scoperto. Capisco perfettamente che la famiglia della ragazza non sarà in grado di cucire una tuta 1000 per ogni spettacolo. Pertanto, sarò felice di assistere allo sviluppo del giovane talento.
Intervista diretta da: Ingrid Kim

Foto dall'archivio personale Kurulai Nurkadilova.

Ricky Martin - è come un sogno luminoso, colorato e melodico ..

Alex Tolcheev

Julia Zivert: "La mia etichetta è" The First Musical ", che fa molto per me!"

Rulkova Elena

Cantante ZVEZDA: "Il mio obiettivo è portare il bello attraverso la musica"

Rulkova Elena

Jeanne Shanaly: credi nelle fiabe!

Presentatore

Svetlana Bobkina: "Sono sempre stato ispirato dalle persone - i creatori!"

Presentatore

Anastasia Rafalovskaya ha ricevuto un invito a diventare un conduttore televisivo

Presentatore
Caricamento in corso ....
ArabicarmenoAzeroCinese (semplificato)IngleseFrancesegeorgianoTedescogrecoebraicohindiItalianoGiapponeseKoreanPortogheseRussianSpagnolotajikturcouzbeka