Top.Mail.Ru
7.9 C
Mosca
19.09.2021
MOSKONEWS.COM Portale internazionale di musica e spettacolo
PERSONA / persona

Il compositore Arseny Trofim ha parlato di sé, della famiglia e del lavoro

Arseny Trofim 2

Arseny Trofim è un compositore russo di successo, compositore cinematografico, pianista, teorico musicale, innovatore e produttore. Autore di numerosi progetti internazionali di successo nel campo dell'arte audiovisiva. La sua musica viene ascoltata da Mosca a Vladivostok, da Miami all'India e al Giappone. In un'intervista esclusiva per moskonews.com, Arseny Trofim ha parlato di sé, della sua famiglia e del suo lavoro.

Arseny Trofim

Arsenio, ciao! Provieni da una famiglia molto creativa. Se non collegassi la tua vita all'arte, sarebbe strano. Dopotutto, chi ti ha spinto a fare musica?

Arseny Trofim: Mio padre mi ha spinto a fare musica. È il mio bardo e compositore. C'erano molti musicisti nella nostra famiglia, e ci sono. Pertanto, quello che sto facendo non è solo preso da qualche parte, ma una continuazione della cultura generica.

Suoni e crei musica completamente diversa. Che tipo di musica ascolti al di fuori del lavoro e per ispirazione, per esempio?

Arseny Trofim: Per quanto strano possa sembrare, negli ultimi 12 anni praticamente non ascolto musica. Dai 7 ai 20 anni ho ascoltato molta musica, solo tonnellate di musica. Ma ora ho, come risultato, molta più musica ha cominciato a suonare dentro. Era meno.

Scrivi anche musica per film. Quando si è manifestato il tuo amore per il cinema? Per quali generi è più interessante creare musica? Come sta andando il processo di scrittura della musica per un film? A cosa presti attenzione prima di tutto per capire cosa dovrebbe essere la musica?

Arseny Trofim: La famiglia aveva un grande interesse per il cinema, soprattutto con mia madre, e in seguito con suo fratello minore, Oleg Trofim. Di solito, prima prescrivo tutti gli argomenti al pianoforte, e poi, se necessario, prescrivo il resto degli strumenti orchestrali o elettronici.

Ti esibisci in eventi privati, eventi, feste aziendali e funerali. Come ci si sente a suonare a un funerale? E qual è la differenza tra un concerto al botteghino e uno chiuso?

Arseny Trofim: Sì, è vero, suono la mia musica come pianista e compositore in eventi completamente diversi: oltre a spettacoli abbastanza standard nelle sale da concerto, suono in luoghi insoliti, così come in eventi insoliti: in alcuni eventi segreti, o, per esempio, ai congressi politici. Per quanto riguarda il funerale, scherzo sempre sul fatto che è necessario suonare in modo che al defunto non dispiaccia se fosse vivo. Bene, la differenza tra un concerto in biglietteria e un evento privato è che ai concerti in biglietteria decido io quale programma suonare e quale proporzione di immersività e interattività portare, e agli eventi - questo è consigliato o deciso dall'organizzatore.

Arseny-Trofim-31
Arseny Trofim, compositore

Hai suonato in Russia, Italia, Georgia, Germania, Svizzera, India, ecc. Quale pubblico è più vicino a te nello spirito? In che modo le persone differiscono e in che modo sono simili?

Arseny Trofim: Lo spirito russo e il popolo russo sono più vicini a me, semplicemente perché negli ultimi otto anni ho dato non solo concerti di pianoforte, ma li ho resi coinvolgenti - gioco spesso a un fantastico gioco interattivo "Musical Drawing" - cioè, io dare alle persone l'opportunità di creare e offrirmi un'immagine sulle parole, e poi la suono nel linguaggio della musica attraverso il pianoforte. Ho umorismo russo e spirito russo, quindi per me il pubblico migliore, finora, è in Russia. Anche se per fare un confronto, bisogna andare in tournée in Giappone, America e esibirsi anche in interessanti luoghi iconici internazionali.

Ultimamente, le tue esibizioni sono accompagnate da bellissime immagini, galassia, spazio, è incredibile! Di chi è stata l'idea?

Arseny Trofim: Non c'è una persona specifica che mi abbia suggerito questa idea: accompagnare i concerti di pianoforte con delle immagini. Probabilmente, questo è il formato che deve essere presente in tutti i concerti strumentali moderni. Sono favorevole a un moderno formato di concerto audiovisivo: non dovrebbe esserci solo musica d'autore, ma anche immagini di significato specifiche incorporate nei titoli delle opere, stati significativi specifici in cui immergo il pubblico attraverso questi nomi, nonché un sequenza video sviluppata o un algoritmo di grafica generativa che la musica genera. Questo perché una persona pensa nelle storie, sente tutto attraverso le immagini o gli stati vissuti. Una persona moderna vuole sempre guardare da qualche parte. E così anche adesso puoi dare un concerto a lume di candela, come nel XVII secolo. A volte eseguo performance sonore in completa oscurità, ma molto spesso uso immagini di spazio, acqua, geometria, fuoco e nuvole nei miei concerti. Questa non è solo una serie di video, è grafica generativa performativa. Grazie ai microfoni, trasformiamo il suono in immagini utilizzando le nuove tecnologie di grafica generativa. Negli ultimi anni ho collaborato con i miei amici di Ray Studio. Si occupano specificamente di tecnologie audiovisive. È fresco, nuovo e molto bello.

Dei musicisti moderni citi molto spesso Nils Frahm. Come ti ha agganciato così?

Arseny Trofim: Mi piace di più non come compositore, ma come artista performativo. È stato il primo a iniziare in Germania. suonare il pianoforte aperto. È uno dei primi compositori pianisti in Europa a combinare il pianoforte con l'elettronica durante i concerti. Per quanto mi riguarda, la sua musica è un po' poco chiara. È più nel flusso e la sua musica è uno stato. Ho visto i suoi concerti, suona spesso con gli occhi chiusi. E questo la dice lunga.

Ora tutti parlano attivamente della terza ondata di coronavirus. In che modo questa ondata può influenzare l'industria musicale e la tua creatività in generale?

Arseny Trofim: La cosa peggiore, secondo me, è che tutti noi - musicisti - dovremo di nuovo essere solitari. Non ci saranno più concerti - né russi né internazionali, di nuovo dovrai aspettare qualcosa. Non sono un fan dei concerti online. Pertanto, se la terza ondata sotto forma di isolamento raggiungerà, molto probabilmente farò ciò che ho rimandato per tutto questo tempo: creare cartoni animati dall'argilla, leggere la realtà Transurfing nel secondo cerchio ... Bene, ho anche il mio propria rivoluzionaria Scuola di Musica Intuitiva Arseniy Trofim - solo che può essere visualizzato di nuovo in modo sicuro online. Nella prima ondata, io e il mio team siamo entrati nel mercato online, ma non su così larga scala: avevamo studenti in tutto il mondo: in Nord America, Ucraina, Thailandia e Indonesia. 

E inizierei anche a registrare il terzo album post-jazz e il quarto album cinematografico per pianoforte proprio a casa, nello studio di Taganka. È giunto il momento. 

Come sei sopravvissuto al primo lockdown? Che cosa hai fatto? È difficile per una persona creativa sedersi tra 4 mura?

Arseny Trofim: Io, da vero ribelle, generalmente non ho riconosciuto la prima ondata. Cioè, non le ha prestato attenzione. Ho fatto feste rumorose, ho tenuto concerti e ho fatto ricerche, come detto sopra, ho iniziato a esplorare lo spazio online per la mia scuola. Non mi piacevano i concerti online, ma non mi piaceva insegnare. Nonostante avessi detto che non avrei mai insegnato online secondo la mia metodologia, ho dovuto ricorrere a questo formato e qual è stata la mia gioia quando tutto è andato avanti molto, molto bene! Una ragazza in California, ispirata dalle lezioni di improvvisazione al pianoforte online della mia scuola, è stata così ispirata dalle lezioni che è andata in un altro stato per comprare un pianoforte acustico! Ed era felice!

Per quanto riguarda la seduta in 4 mura, dal momento che vivo in un appartamento abbastanza grande su. Taganka, quindi non sono angusto lì e non annoiato. C'è uno studio e una scuola. A proposito, vado in giro per casa con un contapassi e in tempo attivo posso anche percorrere diversi chilometri al giorno. A casa !!! In generale ho molti interessi: disegno, cinema, videogiochi. Onestamente, non ho nemmeno notato com'è sedersi tra 4 mura. In linea di principio, sono stato seduto tra 4 mura per la maggior parte della mia vita.

All'inizio di agosto presenterete il vostro nuovo album "Intimate", raccontateci cos'era, come è stato creato, da dove viene l'ispirazione? 

Arseny Trofim: A proposito di "Intimate" pensavo 4 anni fa, come una specie di piccolo EP. La cosa principale in esso è cristallina, bella e molto profonda, ispirata e sconosciuta a chiunque, le storie dell'autore e le loro melodie che si attaccano all'istante.

Quello che dico è già un dato di fatto, perché le persone a cui ho suonato queste opere e melodie poi sono andate in giro e hanno cantato queste stesse melodie costantemente. Siamo abituati al fatto che alcune canzoni pop non molto serie entrano nel nostro registratore interno e si siedono lì. Ho avuto lo stesso effetto. Musica semplicemente bella, a volte anche spirituale, sacra. Quindi ho pensato, dobbiamo crearne di più. Dato che non ce n'erano così tanti 4 anni fa, ho pensato di fare un EP, e poi sono apparse altre 2 canzoni, poi sempre di più. Durante quel periodo, ho iniziato a crescere rapidamente come autore e ho iniziato a creare brani e melodie così belli tutto il tempo. Di conseguenza, più di un centinaio di loro si sono accumulati. Ho iniziato a selezionare e da questo centinaio, di conseguenza, 14 pezzi sono stati inclusi nell'album. E riguardano tutte cose diverse. Queste sono intere opere-storie, opere-mondi, ognuna delle quali ha il suo unico e bellissimo Universo.

Beh, l'ispirazione non è qualcosa che è nata, è costantemente presente nella mia vita, a volte a passi da gigante. Il fatto è che non ho creato l'album di proposito, ma quando una "valanga" di ispirazione mi ha travolto. E ho scelto tra tutta questa valanga le melodie più belle, più intime. Tale che si attaccano per sempre. 

Quali altri progetti creativi hai per questa estate? Con cosa hai intenzione di sorprendere il tuo ascoltatore?

Arseny Trofim: Oh... i miei piani sono semplici. Non mi riposo da 16 mesi. Voglio riposarmi un po', leggere libri, non comporre musica.

Foto dall'archivio personale di Arseny Trofim.

Il rapper Sasha Kirk conquista lo spettacolo russo

moskonews

Etichetta nel nostro tempo da Olga Mertz

Anna Kalmykova

Sergio Gareth - "Puoi lasciare lo spettacolo, ma ti lascerà?"

moskonews

L'attrice Daria Egorova - Le persone stanno morendo senza amore

Natalia Kopnina

Soluzione oggi - Risultati domani: trasformazione da Sony Nex

Stanislav Filatov

Il rapper Xnumx Yuri Agababyan (Yuji) è diventato troppo presto un adulto

Natalia Kopnina
ArabicArmenianAzerbaijaniChinese (Simplified)EnglishFrenchGeorgianGermanGreekHebrewHindiItalianJapaneseKoreanPortugueseRomanianRussianSerbianSpanishTurkish